Torna su

Collaborazioni

L’Amministrazione comunale sta cercando di mettere a punto un progetto per le persone in difficoltà e si è già messo in contatto con le aziende

CHIANCIANO TERME — Aziende private che operano nel settore del commercio e della grande distribuzione e associazioni di volontariato che operano nel territorio sono state contattate per attivare il progetto “La spesa sospesa”.

Dopo il ‘caffè sospeso’ ecco la ‘spesa sospesa’, già attivo in diverse città italiane. L’idea è nata dalla Coldiretti e Banco Alimentare di Milano in occasione del giorno di Santa Lucia e il progetto consisteva nel chiedere ai milanesi di pagare leggermente di più rispetto ai propri acquisti da destinarli a chi non poteva permettersi di pagare per i generi alimentari. La ‘spesa sospesa’ si è ispirata all'antica tradizione del 'caffè sospeso', in uso sin dall'Ottocento a Napoli e nelle zone dell'antico Regno delle Due Sicilie, quando al bar al posto di pagare solo un caffè se ne pagano due e il secondo veniva 'offerto' a chi non poteva permetterselo.

«L’idea è quella di unire le forze tra pubblico, privato e istituzioni del mondo del volontariato – afferma l’assessore alle politiche e servizi sociali Danila Piccinelli - per creare condizioni più favorevoli e sostenere chi si trova in gravi condizioni di disagio economico».

“La spesa sospesa” sarà presentato a fine marzo e durerà fino al termine del 2016. Con il progetto la ‘spesa sospesa’ si potrà lasciare, quando si va a fare la spesa, prodotti di prima necessità da destinarsi a chi si trova in difficoltà.

«Oltre alla Gelateria “Il Fiordilatte” che ha già aderito all’iniziativa - continua Piccinelli - dopo una serie di incontri con la piccola e grande distribuzione di generi alimentari e con soggetti che operano in ambito sanitario e del volontariato, abbiamo già diverse adesioni come la Coop Centro Italia, Hurrà Discount, Acqua & Sapone, le Farmacie, le Cartolerie e le Associazioni di Volontariato operanti nel territorio. Al momento stiamo stipulando formali accordi».

I nostri Settori

Per informazioni clicca sul collegamento.

E' coordinato dalla Centrale Operativa e si attiva tramite il numero telefonico 118.

Il servizio è attivabile su richiesta del MEDICO SPECIALISTA prenotando il trasporto al 0577 36 777 4.